lunedì 1 febbraio 2010

avvisaglie domestiche

È il momento di verificare la data di scadenza dei biscotti, quando sulla scatola c'è l'immagine della carrà con i capelli ricci e scuri.
È il momento di mettere ordine nell'armadio, quando non ti stupiresti di trovarci un topless bar dietro un'anta.
È il momento di fare la spesa, quando il cibo che hai in casa non potrebbe essere combinato neanche da un cuoco inglese.
È il momento di sbattere il materasso, quando vieni svegliato dal russare degli acari.
È il momento di comprare la carta igienica, quando sei arrivato alla voce “Zanzibar” dell'enciclopedia.
È il momento di buttare i giornali, quando in prima pagina si esulta per il trionfo di Alessandro Natta al congresso.
È il momento di stirare i vestiti, quando cominci a camminare come l'omino di latta del Mago di Oz.
È il momento di dar da mangiare al pesce rosso, quando senti dall'acquario una fisarmonica che improvvisa “Besame mucho”.
È il momento di sbrinare il frigo, quando te lo ritrovi tra le località candidate ad ospitare le prossime olimpiadi invernali.
È il momento di spolverare, quando casa tua ti sembra un filmato di propaganda della DDR.

1 commento:

  1. È il momento di sbrinare il frigo, quando te lo ritrovi tra le località candidate ad ospitare le prossime olimpiadi invernali. :D!!

    sei un grande !!!(macchetelodicoaffaretantolosaigià)

    RispondiElimina